Sport

UN BUON CROTONE CROLLA SOTTO I COLPI DI UN CAGLIARI SPIETATO

La regola negativa del 4 in trasferta si ripete anche a Cagliari. I calabresi beccano quattro gol così come a Genova e contro il Sassuolo. Sono ormai dodici le reti subite lontano da casa che assommate alle tre incassate in casa portano i rossoblù anche sul fondo come peggior difesa. Dopo il pareggio contro la Juve si pensava ad un cambiamento radicale della tenuta di gara e invece riecco sempre gli stessi errori, le stesse amnesie che fanno tanto arrabbiare Giovanni Stroppa. Eppure la partenza non era stata male con un Crotone presentatosi in campo con Benali titolare dal primo minuto e senza Marrone rimasto in panchina. C’era tanta aspettativa per vedere all’opera Cigarini e forse la tensione ha giocato un brutto scherzo al centrocampista ex di turno. Dopo i primi minuti di studio è il Crotone che prende le redini del gioco e diventa pericoloso in più occasiono. Messias va vicino alla marcatura ma deve aspettare il 21’ per festeggiare il suo primo gol on A. Bellissima l’azione costruita dal basso con Reca che scappa sulla fascia e smista in mezzo dove il brasiliano di sinistro fulmina Cragno. Ma il Cagliari impiega 4 minuti per rimettere in equilibrio la gara con Lykogiannis che dai 22 metri batte Cordaz con un preciso sinistro su punizione. Il Cagliari cresce e il Crotone prova a tenere testa ai padroni di casa che però sono implacabili al 35’ quando Pereira perde un brutto pallone in mezzo con Joao Pedro lancia sulla corsa Simeone. Luperto di addormenta e il ‘cholito’ si presenta solo davanti a Cordaz fulminandolo con un violento destro. Ribaltato il risultato il Cagliari abbassa la guardia e ne approfitta il Crotone che coglie il pareggio grazie a Molina che di destro coglie l’attimo buono dopo una punzione per segnare il suo primo gol in Serie A. Ma le emozioni nel primo tempo non sono finite perché Zappa riesce a scappare sulla destra e mettere in mezzo per il colpo di testa vincente di Sottil. Al riposo si va col Crotone sotto di un gol ma consapevole di aver giocato un buon primo tempo, a viso aperto contro un Cagliari che però non gli ha perdonato niente. Tornati dal riposo la gara prende subito una brutta piega per gli ospiti a causa del secondo giallo a Cigarini. Crotone in 10 per quasi tutto il secondo tempo e partita che si complica maledettamente. Stroppa prova a correre ai ripari. Richiama Reca e Molina che non avevano affatto dispiaciuto, dentro Rispoli e Vulic. Cordaz vola per evitare la quarta rete dopo un tiro a giro di Nandez, Messias non si dà per vinto e spesso mette in crisi la retroguardia di casa; Simy per poco non pareggia dopo un controllo e una finta sontuosa ma Cragno gli nega il gol con una super parata e Rispoli ha sul piede sinistro il pallone del pareggio ma lo spedisce sull’esterno della rete. E nel finale arriva anche il quarto gol su segnalazione del Var che determina valida la posizione di Joao Pedro che riprende una respinta di Cordaz dopo un colpo di testa di Pavoletti e mette la partita al sicuro.

CAGLIARI 4 CROTONE 2

MARCATORI: 21’ Messias (Cr), 25’ Lykogiannis (Ca), 35’ Simeone (Ca), 43’ Molina (Cr), 45’ Sottil (Ca) p.t ; 39’ Joao Pedro (Ca) s.t.
CAGLIARI: Cragno 6,5; Zappa 6 (dal 43’ s.t. Faragò s.v.), Walukiewicz 5,5, Godin 5,5, Lykogiannis 6.5 (dal 36’ s.t. Klavan s.v.); Marin 6.5 (dal 43’ s.t.’ Oliva s.v.), Rog 6; Nandez 7, Joao Pedro 7, Sottil 7 (dal 29ì s.t. Ounas 6); Simeone 7 (dal 36’ s.t. Pavoletti). Panchina Aresti, Vicario, Pisacane, Tripaldelli, Caligara, Cerri, Tramoni. Allenatore Di Francesco
CROTONE: Cordaz 6; Magallan 5, Golemic 5, Luperto 5; Pedro Pereira 5 (dal 32’ s.t. Crociata), Molina 6 (dal 17’ s.t. Vulic 5,5), Cigarini 4,5, Benali 5,5, Reca 6,5 (dal 17’ s.t. Rispoli 5); Messias 7, Simy 6,5 (dal 44’ s.t. Riviere s.v.). Panchina Festa, Crespi, Cuomo, Siligardi, Marrone, Petriccione, Eduardo. Allenatore Stroppa
ARBITRO: Di Martino di Teramo 6

AMMONITI: Marin (Ca), Magallan (Cr), Lykogiannis (Ca), Benali (Cr)
ESPULSO Cigarini (Cr) al 3’ s.t. per doppia ammonizione entrambe per gioco scorretto

Related posts

COSENZA, PASSO DECISIVO VERSO LA SALVEZZA. CROTONE ANNICHILITO E SCONFITTO

Redazione.

ZAMPA: PROTOCOLLI CHIARI, CAMPIONATO SERIE A VA SOSPESO

Redazione.

SERIE C, IL RENDE ESONERA ANDREOLI

Redazione.