Sport

CROTONE VINCE E CONVINCE GRAZIE ANCHE ALLE SECONDE LINEE

Quattro punti in due giornate. Il Crotone sembra essere risorto e in una manciata di giorni ritrova fiducia, gioco e un pizzico di serenità anche se la classifica continua a dire impieto-samente che il posto occupato dai rossoblù è ancora l’ultimo. La vittoria sul Chievo va a-scritta soprattutto a coloro che finora in campo si sono visti di meno. Potremmo chiamarla la rivincita delle seconde linee, titolo azzeccatissimo che però farebbe storcere il muso a Nicola che da sempre afferma di avere una sola squadra. Sarà vero, come dire di no, ma il caso vuole che da quando una mezza dozzina di elementi sono diventati titolari la musica è deci-samente cambiata. mesbahE alla fine gente come Mesbah e Sampirisi in difesa, Capezzi e Barberis a centrocampo, Trotta e Stoian in attacco, hanno portato nuova linfa alla manovra del Crotone che si è tramutata in due risultati positivi che hanno fruttato un pareggio e una vittoria. Forse anche costretto dalle non buone condizioni fisiche di qualcuno (Palladino e Martella per e-sempio) o dettato dalla necessita per qualcuno di dover tirare il fiato (Dos Santos, Tonev e Crisetig) Nicola sta sfruttando al meglio Mesbah e con lui in campo il pacchetto difensivo ha acquisito più sicurezza e maggior esperienza. Basti vedere con quanta scaltrezza l’algerino è riuscito a procurarsi il calcio di rigore contro il Chievo quasi aspettando l’impatto di Castro che rimontava alle sue spalle: roba da attaccante consumato. In mezzo al campo riecco la coppia Capezzi – Barberis insieme titolari per la seconda volta dopo la gara di Firenze. barberis.crotoneI due, affiancati e in armonia, stanno sciorinando prestazioni che ricordano quelle della passata sta-gione. La forza e la grinta di Capezzi, capace di fare pressing anche nell’area piccola del por-tiere, la sobrietà mista all’eleganza di Barberis (da qualcuno ribattezzato “il marchesino”) che ha dato equilibrio e quadratura al centro campo e che non disdegna le maniere forti quando occorrono. In attacco Stoian, già in evidenza a Cagliari, è stato preziosissimo a Firenze quanto sfortunato contro il Chievo causa infortunio che lo ha costretto ad uscire ad inizio di partita. Sampirisi-MarioSampirisi subentrato dalla panchina a Trotta, ha confezionato l’assist per il 2-0 di Falcinelli. “Contro la Fiorentina bene ma contro il Chievo ancora meglio – spiega il difensore ex Vicenza – e credo che sia questa la via giusta per uscire fuori da questa crisi che era solo di risultati e non legata al gioco”. Un altro di questi è Marcello Trotta che ha deciso di far parlare di se con i gol fino a quasi litigare col compagno di squadra per calciare un rigore. Saranno anche seconde linee oppure no ma il Crotone con loro in campo sembra aver ritrovato una nuova identità. Grinta, corsa, pressing e soprattutto velocità nelle manovre. E domenica prova del nove a San Siro contro un’Inter che ha una montagna di problemi, non ultimo quello della guida tecnica.

Related posts

SERIE C, TAURINO SEGNA ANCORA. LA VIBONESE ESPUGNA RIETI

Redazione.

BAEZ, ESORDIO CON GOL AL “CABASSI”. I LUPI PAREGGIANO CON IL CARPI

Redazione.

MERCATO, NICOLÁS SPOLLI È UN NUOVO CALCIATORE DEL CROTONE

Redazione.