Attualità

LAMEZIA TERME, L’AVVOCATURA DELLO STATO IMPUGNA LA SENTENZA DEL TAR E CHIEDE IL RITORNO DEI COMMISSARI

Cambia nuovamente tutto al Comune di Lamezia. È arrivata in serata la notifica d’appello al Consiglio di Stato sul commissariamento della città, con la decisione di un’istanza di sospensiva immediata, con probabile ritorno a breve dei commissari prefettizi, e termine per l’adozione del provvedimento di proroga a scadere il prossimo 4 aprile. “Non va sottaciuto come il reinsediamento degli organi elettivi dell’ente rappresenti un grave vulnus sia all’attività di risanamento efficacemente intrapresa dalla commissione straordinaria sia alla credibilità delle istituzioni, minando ulteriormente le condizioni di vita della collettività locale già compromesse dalla radicata presenza della ‘ndrangheta su quel territorio”.  Questo è quanto scrive l’Avvocatura dello Stato nelle motivazioni della scelta. Scenario nuovamente cambiato, in solo un mese, con Paolo Mascaro che era tornato alla guida della Città,  dopo l’esito positivo del ricorso al Tar arrivato il 22 dello stesso mese. Un Mascaro che interviene sulla decisione, destinando le sue considerazioni al suo profilo Facebook. “Senza parole. Notificato l’appello al Consiglio di Stato con richiesta addirittura di sospensiva inaudita altera parte. L’appello non contesta, però, la legittimità di un solo atto amministrativo. Difenderemo Lamezia in ogni sede e mai ci arrenderemo ad abusi, soprusi ed ingiustizie a danno della nostra Comunità, qualunque sia il prezzo che dovremo in ipotesi pagare. Viva Lamezia, difendiamo Lamezia”.

Related posts

Lotta al dissesto. Circa 90 milioni per i comuni com meno di 15mila abitanti

Redazione

Marrelli Hospital, il comitato fa partire una petizione per un tavolo urgente con Governo e Regione

Redazione

IL CONSIGLIERE REGIONALE TALLINI SU IMPIANTI RIFIUTI NEL CATANZARESE

Redazione.

Lascia un commento